SUL COMUNE IL SUDARIO DEL PD

20 mar, 2014

Si utilizzano le istituzioni per dirimere questioni interne ad un logorato partito che negli ultimi tempi ha visto nella strumentalizzazione della casa Comunale una delle sue preferite armi di autoprotesta.
Benchè profumatamente rimborsati dai cittadini Italiani con innumerevoli proprietà immobiliari e non , con sedi lautamente finanziate, si continua a non riconoscere che il bene comune è tale per definizione e non di esclusiva proprietà.
Ma si può chiedere qualcosa di diverso a chi vuole privatizzare l’acqua , le aziende statali e svendersi tutto il possibile dei beni dei cittadini? Certamente no.
Ecco che in questo quadro nasce la protesta in chiave flash mob fatta da Riggio e dai suoi sostenitori che ha scaldato gli animi di fronte al Comune.” ……….I sostenitori di Angelino Riggio, vincitore delle Primarie, hanno fatto scendere uno striscione dal secondo piano di Palazzo civico fino a terra. Riportava la scritta “Difendiamo le Primarie”. Ma il sindaco stizzito, dal primo piano del municipio, l’ha tirato via, ingaggiando un singolare tiro alla fune con i riggiani e attirandosi le ire di alcuni manifestanti che gli urlavano: “Il Comune è casa nostra, non tua”. Dopo una mezz’oretta, su invito dei Carabinieri……………” fonte . http://www.ecodelchisone.it/…/nichelino-riggiani…
Vorremmo ricordare a Riggio e a tutto il Pd che il Comune non è casa loro ma di tutti i cittadini Nichelinesi e merita il rispetto anche politico di non essere strumentalizzato per beghe interne di potere, il tutto per influire su giudizi di commissioni interne di partito a cui gran parte dei Nichelinesi non sono interessati.

Gli Attivisti del Movimento 5 Stelle Nichelino

Autore

Articoli Correlati

Lascia un commento